Archifood è il sintetico ed efficace brand 
di Quid Edizioni che coniuga architettura, 
design, cultura del cibo e tutto il variegato mondo che ruota attorno a quest’ultimo. 


L’incontro magico e complesso che avviene tra uno chef, magari proprietario del locale, e un architetto al quale viene affidato il compito di realizzare il sogno dello chef stesso, e cioè il suo ristorante, è una delle storie che Archifood si propone di raccontare. 


E poi tanti designer, libri e mostre collegati all’enogastronomia, itinerari archi-golosi in Italia e all’estero, fotografie e illustrazioni per veri gourmet dell’estetica! Archifood nasce da una idea creativa di Arianna Mariani. 


Franco Bucci nasce a Colbordolo, in provincia di Pesaro, nel 1933 dove si diploma all'Istituto d'Arte.
Si avvicina alla ceramica sul finire degli anni Cinquanta, condividendo l'esperienza, con Federigo Fabbrini, di designer per la manifattura ceramica "Villeroy & Boch".
Nel 1958 Federigo Fabbrini, tornato in Italia, invita lui e Nanni Valentini a lavorare nel suo laboratorio.
Tra la fine degli anni Cinquanta e i primi anni Sessanta Franco Bucci è presente a numerose mostre sia in Italia che all'estero e, nel 1960, vince una medaglia d'argento alla Triennale di Milano.
Nel 1961 fonda, insieme ad altri soci, tra cui lo stesso Nanni Valentini, la manifattura "Laboratorio Pesaro", di cui nel 1966 diviene direttore artistico, dove realizza una vasta gamma di oggetti la cui connotazione stilistica principale è la purezza e l'essenzialità della forma, unita ad una assoluta mancanza di colore.
Nel 1968 si classifica primo alla Mostra Nazionale di Ceramica di Cervia.
Nel 1972 ottiene un riconoscimento ufficiale al Victoria and Albert Museum di Londra.
Negli anni Ottanta opera nel suo studio di Pesaro in Strada Romagna 45.
Tra i collaboratori degli ultimi anni di produzione ricordiamo Loreno Sguanci.
Franco Bucci muore a Pesaro nel 2002.

Su