Archifood è il sintetico ed efficace brand 
di Quid Edizioni che coniuga architettura, 
design, cultura del cibo e tutto il variegato mondo che ruota attorno a quest’ultimo. 


L’incontro magico e complesso che avviene tra uno chef, magari proprietario del locale, e un architetto al quale viene affidato il compito di realizzare il sogno dello chef stesso, e cioè il suo ristorante, è una delle storie che Archifood si propone di raccontare. 


E poi tanti designer, libri e mostre collegati all’enogastronomia, itinerari archi-golosi in Italia e all’estero, fotografie e illustrazioni per veri gourmet dell’estetica! Archifood nasce da una idea creativa di Arianna Mariani. 

Cecere Alessandro - Baccano, crocevia di sapori

 

Baccano, crocevia di sapori


Testo di Susanna Ferretti
Foto courtesy Baccano

A pochi passi dalla Fontana di Trevi, il Baccano, il risto-bistrot aperto a Luglio 2012, in poco tempo è risuscito a conquistare il cuore della movida capitolina. Il concept del locale s’ispira alle architetture e alle atmosfere internazionali del Balthazar, del Minetta Tavern Restaurant e del Pastis di New York, tre delle magnifiche brasserie alla moda dell’impero di Keith McNally.
Un locale semplice ed elegante, ma allo stesso cosmopolita e contemporaneo, aperto a qualsiasi ora del giorno, dove è possibile scegliere tra una colazione italiana, continentale o americana sin dalle prime ore del mattino oppure tirare fino a tarda notte sorseggiando un cocktail.
Un locale dal gusto metropolitano, posizionato in via delle Muratte, la via che collega Fontana di Trevi a via del Corso, in un imponete edifico storico, dalle grandi vetrate, nel cuore di Roma, Il nome deriva, infatti, dall’antico baccanum dell’epoca romana che significa “crocevia,” vale a dire, incrocio di strade.
Michelangelo Pepè della RPM Project ha curato l’arredamento e la progettazione del locale. Il lungo bancone in zinco, la pelle rossa delle panche e degli sgabelli, i legni scuri dell’arredamento e lo splendore della pavimentazione a mosaico, rendono il Baccano uno spazio caldo ed accogliente. Per quanto riguarda la cucina, senza dubbio, i sapori mediterranei sono i protagonisti tra le variegate proposte del menù. L’uso di materie prime di alta qualità offrono la possibilità ad Alessandro Cecere, lo chef, di mettere a punto i piatti della tradizione.
L’atmosfera internazionale del locale fa da sfondo alla tradizione italiana, con le ricette tipiche come i Tonnarelli cacio e pepe (la pasta del Baccano è rigorosamente fatta in casa), i Tagliolini alle vongole veraci, il Mezzo pacchero alla carbonara, a cui si accostano sapidi secondi piatti e dessert: Filetto di tonno agli agrumi, Baccalà in guazzetto con capperi olive e crostone di pane, Mozzarelle di bufala di Paestum con le alici, Semifreddo ai cantucci con passito di Pantelleria. Il meglio del patrimonio gastronomico italiano con uno sguardo rivolto oltre oceano con le colazioni continentali, gli hamburger, i club sandwich tutti preparati con prodotti freschissimi e massima attenzione. Non meno importante è la vasta cantina con 150 etichette di vino e una carta dedicata alle birre artigianali, che Fabio Casamassima abbina magistralmente alle varie proposte della cucina.
La capacità di soddisfare le esigenze di ogni momento della giornata e l’offerta variegata fanno si che il Baccano sia un locale adatto ad accogliere un pubblico eterogeneo, ma sempre attento alla qualità.

Su