Archifood è il sintetico ed efficace brand 
di Quid Edizioni che coniuga architettura, 
design, cultura del cibo e tutto il variegato mondo che ruota attorno a quest’ultimo. 


L’incontro magico e complesso che avviene tra uno chef, magari proprietario del locale, e un architetto al quale viene affidato il compito di realizzare il sogno dello chef stesso, e cioè il suo ristorante, è una delle storie che Archifood si propone di raccontare. 


E poi tanti designer, libri e mostre collegati all’enogastronomia, itinerari archi-golosi in Italia e all’estero, fotografie e illustrazioni per veri gourmet dell’estetica! Archifood nasce da una idea creativa di Arianna Mariani. 

Gandini Paola - Gandini Foodwear. L'arte di servire con stile

 

Gandini Foodwear. L'arte di servire con stile


Testo di Francesca Rossi
Foto courtesy Gandini Foodwear

Due mondi si incontrano: moda e ristorazione, arte e passione, stile e dettaglio, eleganza e funzionalità. Nasce il Foodwear, una nuova concezione dell’abbigliamento dedicato al mondo dell’Ho.re.ca. che guarda al fashion e alla funzionalità delle divise. L’idea è di Paola Gandini, che dopo l’esperienza pluriennale nel campo della moda continua la sua sperimentazione artistica e creativa.
Gandini Foodwear propone una diversa concezione di eleganza e sartorialità, essenziale e contemporanea, creata esclusivamente per l’utilizzo professionale e rivolta alla ristorazione qualificata: una nuova prospettiva stilistica nell’abbigliamento da lavoro.
Il risultato è una collezione che unisce estetica e praticità, sperimentazione e attenzione al dettaglio, alla scelta dei materiali, ai colori e al design. In un periodo di evoluzione nel concept e nel design degli hotel, delle spa e dei ristoranti, l’attenzione della stilista si rivolge alle persone che ne animano lo spazio, coinvolgendole nel cambiamento. L’animo d’artista si rivela in modelli speciali, veri e propri pezzi d’autore, che creano un incontro tra moda e arte.
Realizzati in fibre naturali come lino e cotone i capi sono proposti in tonalità neutre ed eleganti come bianco, panna, corda, sabbia, nero e cacao, ma possono essere modificati nel tessuto e nel colore secondo le esigenze e l’atmosfera del locale.
Grazie a un servizio sartoriale specializzato, Gandini Foodwear personalizza le creazioni seguendo le esigenze del singolo cliente e creando collezioni dedicate: ogni capo è modellato sull’individuo, per essere sempre indossato con naturalezza e con stile.
In occasione dell’edizione 2011 di Taste, il Salone delle diversità nel gusto di Firenze, Gandini Foodwear ha presentato un’interessante linea che interpreta con raffinata ironia l’abbigliamento professionale. Capi assolutamente unici, che si trasformano da abiti professionali in abiti prêt à porter da giorno e da sera: così, l’Abito Grembiule, di forma rettangolare, minimale ed elegante, che può essere indossato come uno spolverino da giorno o come un abito da sera lasciando la schiena nuda; il Gilet Grembiule, che è 'una borsa da indossare': con una grande tasca che avvolge un fianco, nasce dall’idea di proporre un capo prêt à porter, ideale anche come abito per 'fare la spesa'. Originale e old style, la Cuffietta: un cappello unisex in tessuto jeans di cotone-lino proposto in grigio e kaki, ma realizzabile anche con differenti tessuti e colori.
Un capo cult, ormai conosciuto e riconosciuto universalmente è il cappello Meringa, un cappello da chef di cotone satin che nella versione 2011 è bicolore: bianco all’esterno e rosso all’interno.
Modelli rappresentativi, ironici e divertenti e allo stesso tempo eleganti e raffinati, che creano continuità con il marchio Gandini Foodwear.
Gandini Foodwear ha vestito i marchi di prestigiose aziende e collaborato a eventi di moda, gusto e tendenza, in tutta Italia e all’estero: fiere, sfilate, festival, allestimenti, lasciando il segno con le sue creazioni particolari dal tocco ricercato e originale.
Vestono Gandini Foodwear ristoranti rinomati e luoghi del gusto da Firenze a Los Angeles, Hotel&Resort prestigiosi da Milano fino a New York.
Modellare le linee, adattarsi ai corpi, valorizzare la figura: con questa concezione di sartorialità, che offre modelli e tessuti in linea con lo spirito e lo stile dell’ambiente in cui i capi verranno indossati, l’abbigliamento degli addetti ai lavori sarà sempre intonato al locale e di buon gusto. Questione di stile.

Su