Archifood è il sintetico ed efficace brand 
di Quid Edizioni che coniuga architettura, 
design, cultura del cibo e tutto il variegato mondo che ruota attorno a quest’ultimo. 


L’incontro magico e complesso che avviene tra uno chef, magari proprietario del locale, e un architetto al quale viene affidato il compito di realizzare il sogno dello chef stesso, e cioè il suo ristorante, è una delle storie che Archifood si propone di raccontare. 


E poi tanti designer, libri e mostre collegati all’enogastronomia, itinerari archi-golosi in Italia e all’estero, fotografie e illustrazioni per veri gourmet dell’estetica! Archifood nasce da una idea creativa di Arianna Mariani. 

Il ristorante Symposium 4 stagioni nasce nel lontano 1985 a Cartoceto, un piccolo borgo di circa 600 abitanti in provincia di Pesaro e Urbino, nelle Marche, borgo noto per la coltivazione dell’ulivo e della presenza di storici frantoi.
La filosofia che ispira la cucina è quella territoriale, adeguata al gusto e alle esigenze del momento, con inserti di cucina regionale e nazionale a seconda della reperibilità dei prodotti. I menù vengono proposti giornalmente con la stampa in casa.
La grande novità del ristorante un orto di proprietà di 5.000 metri a a coltivazione bio con acqua di fonte situato a 300 mt di altitudine in posizione nord est dove le colture sono più difficili e meno redditizie, però proprio per questo più saporite. La presenza dell’orto ha permesso di attivare il progetto “cucinare cio che produco”, ovvero cucinare e mangiare per stare bene, secondo natura e i tempi stagionali secondo l’attualissimo concept del “organic farm”.
La cucina è diretta da Lucio Pompili, con quattro capo partita e comis addetti ai vari reparti, due donne che si occupano di pasta e riordino generale della cucina. In sala vi Accoglie Cristina con il Maitre-Sommelier e due collaboratori.
Il ristorante dispone di una cantina con 30.000 bottiglie che rappresentano oltre 2200 etichette e la mission principale di Pompili e del suo team è quella di riqualificare alcune specialità alimentari, in particolare il Pecorino di Fossa, formaggio conciato in Barile con le foglie di Noci, il Salame tipico marchigiano di puro suino, l’Olio Dop Cartoceto, il Pane di Chiaserna, le pregiate Carni Marchigiane e la frutta e verdura delle nostre valli.

Su