Archifood è il sintetico ed efficace brand 
di Quid Edizioni che coniuga architettura, 
design, cultura del cibo e tutto il variegato mondo che ruota attorno a quest’ultimo. 


L’incontro magico e complesso che avviene tra uno chef, magari proprietario del locale, e un architetto al quale viene affidato il compito di realizzare il sogno dello chef stesso, e cioè il suo ristorante, è una delle storie che Archifood si propone di raccontare. 


E poi tanti designer, libri e mostre collegati all’enogastronomia, itinerari archi-golosi in Italia e all’estero, fotografie e illustrazioni per veri gourmet dell’estetica! Archifood nasce da una idea creativa di Arianna Mariani. 

Roversi Sara - You can format!

 

You can format!


Testo di Valetina Presti
Foto di Giacomo Maestri, Josep Pagans, Dani Pagans, Manuel Turri

Immaginate il profumo caldo di un pane appena sfornato da antichi forni a legna, il gusto sfrigolante di un hamburger preparato con carne di qualità, la fresca croccantezza di verdure scelte e le appetitose salse preparate artigianalmente. Immaginate e cercate di comporre il puzzle fino a dar forma ad un perfetto panino all’americana maniera, ma cucinato a Bologna. Se siete riusciti a farlo, avete davanti a voi un Hamburger Well Done, uno di quelli che compongono, insieme a ricche insalate e sfiziose proposte dolci, il menù della nuova hamburgeria gourmet che ha da poco inaugurato in città. Un payoff che parla di “Malto e Manzo” per una versione all’italiana della famosa pietanza statunitense, realizzata con ingredienti selezionati per una proposta qualitativamente distintiva: le farine sono quelle biologiche Alce Nero, le carni provengono da allevamenti locali non intensivi e primizie di stagione sono accuratamente scelte da agricoltori di zona.
A chiudere il cerchio, le corpose birre artigianali, i freschi centrifugati e soft drink per una proposta che ha la sua eccellenza anche nelle bevande. Well Done Burger nasce in via Fioravanti 37/c ed è il risultato di un progetto a più mani che vede coinvolte la bolognese You Can Group, specializzata nella creazione di innovativi food format, l’esclusiva società di catering Tavola della Signoria e Beer Perfection, che fa della perfetta somministrazione della birra il suo marchio di fabbrica.
Hamburgeria di qualità, l’ultima delle idee dell’istrionico gr uppo bolognese che vanta nel proprio portfolio l’attivazione di numerosi e creativi format di ristorazione. A fare della bolognesità un punto di forza era stato prima il Temporary Store Bologna Food Boutique, parte del più ampio Bologna Colors. Inquilino di Piazza Maggiore per tutta l’estate 2012, la boutique bolognese ha fatto della tradizione del suo territorio e delle icone della città il proprio punto di forza: birre e vini locali a bagnare caratteristiche “streghette”, l’autentica mortadella e una selezione di marmellate, confetture di cipolle e mostarde, ragù, pesto cotto e crema di parmigiano provenienti dalle migliori aziende della zona. Un locale perfetto per la pausa pranzo o per un aperitivo a fianco della suggestiva San Petronio, il temporary ha chiuso le sue porte a dicembre 2012 per riaprire a giugno 2013 nella storica location Osteria del Cappello (datata 1375) e riportare gli odori, i sapori e le atmosfere delle antiche osterie della città in una Bologna contemporanea, viva e consapevole della sua storia. Questa la motivazione di Marianna Di Giansante, locandiera dell’Hotel al Cappello Rosso a rianimare questo luogo tradizionalmente conviviale, tanto da essere presente tra le caselle del “Giuoco nuovo di tutte le osterie che sono in Bologna” dell’incisore Giuseppe Maria Mitelli (1712), coinvolgendo You Can Group e il suo format bolognese.
Dalla prima colazione alla cena, l’offerta dell’Osteria saprà declinarsi perfettamente ad ogni momento della giornata tra internazionalità e tipicità locale: taglieri, salumi tipici, tortellini e tagliatelle al ragù, piadina e crescenta si alternano a piatti più contemporanei per una cucina ricca e adatta a diversi palati. In linea con le moderne tendenze del food&beverage, l’Osteria del Cappello avrà inoltre uno shop di prodotti Bologna Colors, pensati per la valorizzazione della città: mattarelli, grembiuli, tovaglie, stampe, una serie di prodotti tipici e vini locali saranno acquistabili dai clienti o dai turisti avventori del luogo come souvenir di viaggio.
Un luogo del tutto diverso è invece quello realizzato da You Can Group appena fuori dalle porte di Bologna. Soul Factory, nato al centro del Despina Business Park, è un ambiente che nasce come format di ristorazione collettiva la cui filosofia ne fa qualcosa di più: non il classico food service aziendale, ma una location perfetta per un momento di nutrimento per corpo e spirito, in un’atmosfera capace di spezzare piacevolmente la giornata lavorativa o creare occasioni di incontro e scambio arricchenti; eventi, mostre e workshop aziendali animano infatti giorno dopo giorno i suoi spazi.
A chiudere il cerchio di un curriculum tanto ricco per un gruppo così giovane, il 2008 la sua costituzione, è il più noto Sosushi. La catena di ristorazione giapponese più diffusa in Italia, con 20 punti vendita su tutto il territorio nazionale, conserva due dei suoi punti vendita nella città di Bologna, dove è nato il suo primo Lab. Sushi artigianale preparato dalle mani esperte di qualificati chef, la minuziosa ricerca di materie prima e la sperimentazione che spazia dai pezzi più classici ai più creativi, dal sashimi alle saporite proposte cotte, fino ad un local sushi che si fa ispirare dalle eccellenze della cucina mediterranea, Sosushi è oggi punto di riferimento per esperienza e qualità.
Versatile e poliedrico, il bolognese You Can Group, continua a consolidare così la sua esperienza e guarda ad un progetto nuovo ed ambizioso, ancora solo in fase di start-up e appena cautamente svelato: un Kitchen Incubator internazionale che diventerà la fucina creativa e costitutiva per l’ideazione di food format nazionali ed esteri.

Su